Perché Macafame?

Abbiamo scelto questo nome perchè il Macafame è un dolce al quale siamo molto affezionati da sempre: la famiglia Menegante aveva scritto la ricetta per il “Ricette di Osterie del Veneto. Quaresime e Oriente” del 1996 Slow Food, una ricetta che oggi è diventata quella più diffusa, anche in rete; è una torta che non stanca anche se è fatto con ingredienti poveri e consistenti come il pane raffermo, le mele e il latte. Ma Macafame è importante soprattutto per il significato della parola.   Citando Meneghello, a cui siamo affezionatissimi: «In una delle sue accezioni il verbo macare indica un’efficacia e intensità operativa che noi non percepiamo nell’ “ammaccare”. Macare incorpora “pesare, schiacciare (roba ammaccabile)”, un senso che forse si portebbe trasfondere in costruzioni in cui l’idea del pestare e ridurre in cattive condizioni e quasi mettere fuori combattimento almeno pro tempore, si applichi a un oggetto “astratto” (benchè bestialmente concreto) come la fame (…)».   Il nome ci pareva adatto quindi per rappresentare da una parte la continuità della tradizione, anche famigliare; dall’altra il senso di un locale che, dall’apertura alla chiusura, metta fuori combattimento, o meglio sazi le voglie dolci, salate e enoiche della nostra clientela.